A.N.A. Sezione Abruzzi

39° PREMIO FEDELTA’ ALLA MONTAGNA

agosto 12th, 2019  |  Published in Cronache, Manifestazioni

39° PREMIO FEDELTA’ ALLA MONTAGNA

GRUPPO ALPINI OVINDOLI (AQ)

Ovindoli (AQ), bellissimo e antichissimo paese risalente all’epoca romana, situato all’interno del Parco Naturale del Sirente/Velino, a 1.400 m.s.l.d.m., ricco di attrazioni turistiche con eccezionali campi di sci per ottime vacanze invernali e lussureggianti vegetazioni per un ottima ossigenazione estiva.

Nell’anno 1929, l’Adunata Nazionale che si svolse a Roma, ove i primi Alpini abruzzesi si ricongiunsero con i vecchi compagni d’armi della 1^ Guerra Mondiale, diede lo spunto per la  costituzione di una sezione nella regione Abruzzi. L’iniziativa ebbe la partenza proprio ad Ovindoli, in occasione dell’inaugurazione del monumento dedicato all’alpino il 20 gennaio 1929. Un paese che più di tanti altri da sempre, è stato una fonte inesauribile per le truppe alpine.

Questo paese, memore delle sue immutate tradizioni alpine annovera un eccezionale Gruppo Alpini, che magnificamente condotto dal Capo Gruppo Nicolino RANTUCCI, si è ulteriormente distinto nei giorni 19, 20, e 21 Luglio 2019, fornendo un ulteriore prova di innata capacità e volontà, realizzando un’eccezionale manifestazione per onorare un proprio iscritto, l’Alpino Fortunato FLAVIANI, aggiudicatario del “39° Premio Fedeltà alla Montagna”.

Una manifestazione che, con la supervisione  del Presidente dell’A.N.A. – Sezione Abruzzi, Pietro D’ALFONSO, ha avuto inizio con una conferenza stampa svoltasi il 16 luglio 2019 presso il Comune di Ovindoli, alla quale presero parte, il Pres.te Pietro D’ALFONSO, il Sindaco, Dott. Simone ANGELOSANTE, il Col. Paolo SANDRI, Comandante del 9° Reggimento Alpini, il Capo Gruppo Nicolino RANTUCCI e l’alpino Fortunato FLAVIANI, ove fornirono tutte le notizie possibili agli organi di stampa e radiotelevisivi, relativamente al premio in questione ed allo svolgimento della manifestazione.

Il 19 Luglio, presso la Chiesa di “San Sebastiano Martire” si sono esibiti i cori, A.N.A. di Celano e l’Altipiano delle Rocche.

Il 20 Luglio, alle ore 8,00, da Piazza San Rosso sono iniziate le passeggiate alla scoperta del territorio attraverso l’Anello di Valle d’Arano e la Serra di Celano.

Alle ore 11,00, è stata visitata l’azienda agricola  dell’alpino  Fortunato FLAVIANI.

Alle ore 16,00, nei pressi del Monumento all’Alpino, sono stati resi gli onori al Labaro Nazionale, scortato dal Pres.te Ing. Sebastiano FAVERO e al relativo Consiglio Nazionale. Presenti il Sindaco di Ovindoli, Dott. Simone ANGELOSANTE, il Col. Paolo  SANDRI, il Vessillo della Sezione Abruzzi scortato dal Pres.te Pietro D’ALFONSO con al seguito il relativo Consiglio Sezionale, una decina di Vessilli di altre Sezioni, giunte fino a quel momento, scortate dai relativi Presidenti o loro delegati, nonché dalla presenza delle rappresentanze di oltre cinquanta Gruppi Alpini con i relativi Gagliardetti, della Sezione Abruzzi e dei Gruppi appartenenti alle altre Sezioni presenti.

Terminata quella doverosa incombenza, si è proceduto alla cerimonia dell’alza bandiera, alla deposizione di una corona di fiori in onore dei Caduti ed al successivo svelamento di una targa ricordo ivi posizionata per la ricorrenza del 90° anniversario della fondazione dell’A.N.A. – Sezione Abruzzi.

Alle ore 17,00, nella piazza San Rocco, appositamente allestita, le Autorità presenti si sono cimentate nelle allocuzioni in tema, nel seguente ordine: Il Sindaco Dott. Simone ANGELOSANTE, Il Capo Gruppo Nicolino RANTUCCI, il Pres.te Pietro D’ALFONSO, il Col. Paolo SANDRI, il Pres.te del Parco Sirente/Velino, Dott. Igino CHICHIARELLI, il Pres.te Ing. Sebastiano FAVERO.

Al termine dei discorsi di rito, sullo schermo ivi posizionato, è stato proiettato il filmato realizzato dal Capo Gruppo Nicolino RANTUCCI sull’attività svolta dal premiato Fortunato FLAVIANI, al termine del quale il Pres.te Naz.le ha presentato i promotori del Premio Fedeltà alla Montagna, l’Alp. Lino CHIEF, già Consigliere A.N.A. – Sez. Conegliano e l’Alp. Aldo INNOCENTI, già Consigliere A.N.A. – Sez. Trieste, dopodiché ha donato un libro ciascuno intitolato “Una Storia Viva” ai precedenti beneficiari dello stesso premio.

Alle ore 18,30, sempre in Piazza San Rocco, si è esibita la “Corale Gran Sasso di L’Aquila”.

Alle ore 20,00, è stato consumato il rancio Alpino presso il Parco Comunale “La Pinetina”.

Domenica 21 Luglio, alle ore 8,30, come previsto, in Via Nicola Sebastiani, sono arrivati i partecipanti alla manifestazione e alle ore 9,30, preceduti dal Tricolore di 99 metri dell’Associazione “Jemm nanz”, si è dato inizio ad una enorme sfilata per le vie del paese fino a raggiungere il Parco Comunale “La Pinetina”, alla quale, al passo dei brani stupendamente eseguiti dalla Fanfara della Sezione Abruzzi e dai Complessi Bandistici di Celano e Pescina (AQ), hanno sfilato , il Labaro Nazionale scortato dal Presidente Ing. Sebastiano FAVERO, dal Col. Paolo SANDRI, Comandante del 9° Reggimento Alpini, con al seguito il Consiglio Nazionale, i Gonfaloni dei comuni di: Ovindoli, L’Aquila, Acciano, Celano e Rocca Di Mezzo, scortati dai rispettivi Sindaci o loro delegati, Dal Vessillo della Sezione Abruzzi scortato dal Pres.te Pietro D’ALFONSO, dal Col. Marco IOVINELLI del Comando Militare Esercito Abruzzo con al seguito il Consiglio Sezionale, i Vessilli delle Sezioni, con al seguito i rispettivi Gruppi: di Belluno, di Cividale, di Conegliano, di Cuneo, di Ivrea, delle Marche, del Molise, di Parma, di Roma “Gen. Umberto Ricagno”, di Salò “Monte Suello”, di Torino, di Trento e di Vicenza, scortati dai relativi Presidenti o dai loro Delegati. nonchè la rappresentanza di un Gruppo Alpini della Sezione Svizzera con il relativo Gagliardetto.

Ha sfilato, altresì, una rappresentanza aggiudicataria delle precedenti edizioni del Premio Fedeltà alla Montagna con il relativo striscione, nonché una squadra di Alpini in uniformi d’epoca del Gruppo di L’Aquila “Vaccarelli”. Dal palco posizionato a circa cento metri dalla “Pinetina” lo speaker, Col. Pietro PICCIRILLI,con la sua innata ed eccezionale professionalità, annunciava l’arrivo dei vari partecipanti.

Un corteo eccezionale salutato da scroscianti applausi tributati dai numerosissimi Ovindolesi e villeggianti, assiepati lungo l’intero percorso.

Lo scioglimento della sfilata è avvenuto all’interno della “Pinetina” laddove, prima della cerimonia di premiazione, come da consuetudine è stata celebrata la Santa Messa nella locale Chiesetta degli Alpini.

Prima della consegna del 39° Premio Fedeltà alla Montagna, il Sindaco Simone ANGELOSANTE, il Capo Gruppo Nicolino RANTUCCI, il Pres.te Pietro D’Alfonso, il Col. Paolo SANDRI, il Pres.te della Regione Abruzzo, Dott. Marco MARSILI, il Col. Enzo CERUZZI, Capo di Stato Maggiore della Brigata Alpina “JULIA”, hanno pronunciati discorsi di circostanza dopodiché, il Pres.te della Commissione, Dott. Michele DAL PAOS ha letto la motivazione della concessione del 39° Premio Fedeltà alla Montagna, terminata la quale il Pres.te Ing. Sebastiano FAVERO ha consegnato il premio all’Alp. Fortunato FLAVIANI, dopodiché, il vincitore del 38° premio Fedeltà alla Montagna, Alp. Luca PANTANALI, ha consegnato, al locale Capo Gruppo, la radice identificatrice del premio, per la relativa custodia.

Conclusa la cerimonia, il Pres.te Pietro D’ALFONSO ha donato al Pres.te Nazionale,

una bellissima statua raffigurante una copia del “Guerriero di Capestrano”, una significativa statua risalente al VI secolo a.c., rinvenuta nell’antica città “Afinum” poco distante da Capestrano (AQ), ed omaggiato anche le restanti Autorità di un’analoga statua, in formato ridotto. Al termine dell’intera cerimonia è stato consumato il rancio alpino nell’area adiacente la “Pinetina”.

Alle ore 17,00, si è proceduto all’ammaina Bandiera presso il Monumento dedicato all’Alpino, mentre alle 19,00, presso la sede del locale Gruppo Alpini, si è proceduto   all’estrazione della lotteria.

Un’eccezionale manifestazione che ha visto sfilare oltre millecinquecento Penne Nere che, senza alcun dubbio, verrà ascritta negli annali dell’Associazione Nazionale Alpini, dell’A.N.A. – Sezione Abruzzi, del Gruppo Alpini di Ovindoli, nonché della bellissima cittadina di Ovindoli.

Una straordinaria cerimonia organizzata con un eccezionale impegno ed una professionalità ineguagliabile, curata nei minimi particolari, senza tralasciare nulla al caso, per cui si rende doveroso esprimere il più vivo e sincero apprezzamento nei confronti degli organizzatori e dei realizzatori, come altrettanto si rivolge un sincero ringraziamento agli ovindolesi per l’eccezionale accoglienza riservata ai partecipanti alla manifestazione.

IL CONSIGLIERE SEZIONALE

                                                                                             (Alp. Giorgio Petricca)

 

Your Comments

L’Alpino d’Abruzzo