A.N.A. Sezione Abruzzi

MONUMENTO SANTA JONA

settembre 10th, 2019  |  Published in Manifestazioni

GRUPPO ALPINI DI SANTA JONA FRAZ. OVINDOLI (AQ)

Gli Alpini del Gruppo di Santa Jona, saggiamente condotti dal Capo Gruppo Dott. Carmine PIETRANTONI, non potevano assolutamente disconoscere l’onore reso al loro Paese dall’Alp. Stefano CARDARELLI, loro commilitone, ivi nato il 21 febbraio 1914 al quale, per l’eroico comportamento tenuto sul fronte russo, gli fu conferita la Medaglia di Bronzo al Valor Militare, con la seguente motivazione:

“”””
CALDARELLI Stefano di Domenico e di Drusiana Scamurra, da Ovindoli (L’Aquila), classe 1914, alpino, 9° alpini, battaglione “L’Aquila”.
Durante un difficile e sanguinoso attacco, si portava d’iniziativa, con un fucile mitragliatore, su una posizione dominante intensamente battuta da fuoco nemico e da qui svolgeva efficacissima azione di fuoco a vantaggio del proprio reparto. Ferito, non desisteva dalla sua azione e continuava ad avanzare su altra posizione, finché, stremato, doveva essere allontanato a braccia dai compagni. In successivo combattimento contro preponderante avversario, scompariva nella mischia.
Iwanowka-Seleni-Jar (Russia), 22 dicembre 1942.
“””””

Cosicché forti della loro innata sensibilità, QUELLE Penne Nere inoltrarono alle Autorità competenti del Comune di Ovindoli la proposta per dedicargli una via o una piazza a Santa Jona, ad onore e perenne ricordo delle sue epiche gesta.

Una proposta percepita con altrettanta sensibilità dal Sindaco Dott. Simone ANGELOSANTE e dai suoi solerti collaboratori, tanto che individuarono immediatamente una possibile area per assecondare la richiesta.

Ottenuta quella positiva risposta, quelle Penne Nere, visibilmente compiaciute, diedero subito mandato ad una ditta specializzata per la realizzazione di un opera di pregevole fattura artistica; una grande aquila concretizzata in ferro battuto che issarono su una colonna in cemento armato con sulla parte frontale una targa con apposita dedica. L’area ove è stato posizionato il monumento, già Largo Pescara, dal 30 Agosto 2019, giorno dell’inaugurazione, ha assunto la denominazione: “Largo Alp. M.B.V.M. Stefano CARDARELLI”.

Il 30 Agosto 2019, alle ore 16,00, si è proceduto allo svelamento del monumento alla presenza del Sindaco di Ovindoli, Dott. Simone ANGELOSANTE, dell’Assessore Vincenzo IACCHETTA, del figlio del combattente, Sig. Modesto CARDARELLI (residente in Canada), del Pres.te dell’A.N.A. Sez.ne Abruzzi, Pietro D’ALFONSO e dalle rappresentanze degli Alpini del locale Gruppo e dei Gruppi di: Avezzano, Collelongo, Forme, Ovindoli, Pescina, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, San Pelino. I brani musicali di circostanza sono stati eseguiti con grande professionalità dal Complesso Bandistico Città di Castelnuovo (AQ).

Terminati le allocuzioni di rito, tutti i presenti, raggiunta la chiesetta rupestre intitolata a Santa Eugenia, dopo aver assistito alla Santa Messa, hanno consumato un frugale pasto offerto dagli Alpini del locale Gruppo.

IL CONSIGLIERE SEZIONALE
(Giorgio Petricca)

Your Comments

L’Alpino d’Abruzzo