A.N.A. Sezione Abruzzi

Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

novembre 13th, 2019  |  Published in Manifestazioni, Notizie flash

TAGLIACOZZO,

bellissima ed accogliente cittadina marsicana, annovera un eccezionale Gruppo Alpini, che, saggiamente  condotto dal Capo Gruppo Antonio Di PIETRANTONIO, per l’ennesima volta ha confermato quell’innata sensibilità che lo ha sempre contraddistinto.

Nel corso dell’anno 2019, ha preso l’eccezionale iniziativa di effettuare una ricerca storica per identificare i caduti nella 1^ e nella 2^  guerra mondiale nativi nella città di Tagliacozzo e, con l’ausilio del Consigliere Sezionale, Responsabile della 3^ Zona, Giorgio PETRICCA, ne ha identificati 147 ed ha fatto incidere i loro nomi, cognomi, gradi e relative onorificenze  su una grande lapide di marmo, con in testa scolpito lo stemma cittadino e sotto il quale, al centro, una significativa dedica onorifica espressamente desiderata dal Sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo GIOVAGNORIO: “”SVIS CIBUS IN ACIE INTEREMPITIS QVI PVBLICAE REI SALVTEM SIBIQUE IMMORTALITATEM COMPARARVNT TALEACOTIENSIS CIVITAS”, ovvero “”La città di Tagliacozzo ai propri cittadini sacrificatisi in battaglia, che paragonarono la salvezza dello Stato alla loro immortalità”;   lapide che, lo stesso Gruppo ha donata al Comune di Tagliacozzo e, di conseguenza alla relativa cittadinanza.

Un eccezionale iniziativa che ha trovato grande riscontro in  quell’enorme sensibilità ovunque e sempre ampiamente dimostrata dal Sindaco Giovagnorio e dai suoi solerti collaboratori, tanto è vero che, lo stesso sindaco ha immediatamente disposto la collocazione della targa, in bella vista, nell’atrio del palazzo comunale.

Una targa di pregevole fattura e di un importanza tale da meritare un’ampia risonanza cittadina per cui, il Sindaco, di concerto con il locale Gruppo Alpini, ha deciso di procedere alla relativa cerimonia inaugurale il 4 novembre 2019, in occasione della ricorrenza della “Festa dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate”.

Il 4 Novembre, con inizio alle ore 15,30, nell’atrio del Comune di Tagliacozzo, alla presenza del Sindaco Vincenzo GIOVAGNORIO, del Gen. di Div. Fazio VERO, del Magg. Silvia MARTINI, Com.te della locale Compagnia Carabinieri, della Pres.te del Consiglio Comunale Anna MASTRODDI, dell’Ass.re alla Cultura Chiara NANNI, degli Alpini del locale Gruppo, ivi compreso il novantanovenne, reduce di guerra Alp. Tommaso PALMERINI, delle rappresentanze delle Associazioni d’Arma dei Carabinieri e dei Bersaglieri, delle Volontarie della Croce Rossa Italiana, dei Volontari della Protezione Civile, dei ragazzi della Casa ANFFAS, e di una folta rappresentanza di tagliacozzani, nel mentre il Complesso Bandistico Città di Tagliacozzo intonava l’Inno di Mameli, il Gen.di Div. Fazio VERO eseguiva lo svelamento della lapide dal drappo Tricolore, al termine del quale, con somma commozione, veniva ascoltato “Il silenzio d’ordinanza”.

Terminato quel doveroso e significativo atto riverente nei confronti di coloro che, senza nulla a pretendere, immolarono la loro vita per la nostra Patria, il Gen. di Div. Fazio VERO ed il Sindaco Vincenzo GIOVAGNORIO, in ordine sequenziale, si sono cimentati nei discorsi di rito.

Un’eccezionale manifestazione dall’alto senso morale/patriottico, per cui si rende doveroso esprimere il più vivo apprezzamento nei confronti degli Amministratori Comunali e degli Alpini del locale Gruppo per l’enorme sensibilità ampiamente dimostrata nella circostanza.

Terminata quell’eccezionale dimostrazione onorifica, tutti i presenti hanno raggiunto il Monumento dedicato ai Caduti di tutte le guerre sito nel Parco della Rimembranza ove, con il previsto cerimoniale, è stata deposta una corona di fiori.

Conclusesi quelle sintomatiche manifestazioni hanno assistito alla Santa Messa celebrata presso la chiesa della SS. Annunziata officiata dal parroco Don Bruno, al termine della quale gli Alpini hanno offerto un rinfresco a base di succulenti manicaretti.

 

IL RESPONSABILE DI ZONA

                                                                                             (Cons.re Sez.le Giorgio Petricca)

 

Your Comments

L’Alpino d’Abruzzo